Vai menu di sezione

Premio Negrelli, nuovo giardino a Fiera e molte iniziative per ricordare la figura del noto ingegnere

Convegno "Il Sogno di Negrelli", iniziative culturali per le scuole e nuovo giardino a lui dedicato a pochi passi dal centro di Fiera

La Comunità di Primiero ha ricordato il genio di Luigi Negrelli con una giornata ricca di appuntamenti ed iniziative, sabato 23 novembre. Pioniere della ferrovia e ingegnere civile di levatura mondiale, è noto soprattutto per aver steso il primo progetto per la realizzazione del Canale di Suez, aperto ufficialmente il 17 novembre del 1869. Per l'evento, è arrivato in valle anche il vice Ambasciatore della Repubblica Araba di Egitto, dottor Nagui Ghaba che ha sottolineato in più occasioni l'importanza della figura di Negrelli, nel 150° anniversario del Canale.

IL SOGNO DI NEGRELLI - In mattinata al Palazzo delle Miniere di Fiera di Primiero, si è tenuto il convegno "Il Sogno di Negrelli" nell'ambito del 4° Premio a lui dedicato. All'incontro sulla "Mobilità sostenibile e connessioni del terzo millennio nei territori alpini", hanno partecipato docenti e professionisti provenienti da tutta Italia. In apertura, il saluto del presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel e del sindaco di Primiero San Martino di Castrozza, Daniele Depaoli.

Pradel ha ricordato la sinergia tra Comunità e Comune nell'organizzazione delle iniziative del 4° Premio Negrelli con particolare attenzione alle scuole, ai professionisti e all'intero territorio. "Abbiamo organizzato un momento commemorativo - ha spiegato Pradel - cercando però di guardare al futuro, con attenzione alla nuova mobilità e all'innovazione, trasmettendo ai più giovani l'insegnamento di Luigi Negrelli, oggi sempre più attuale".

Sulla stessa linea il Sindaco di Primiero San Martino di Castrozza, Daniele Depaoli che ha ringraziato quanti hanno reso possibile queste iniziative. "Il sogno di Negrelli - ha evidenziato Depaoli - è iniziato in una casa vicina al Palazzo delle Miniere, dove la famiglia Negrelli abitava. E' diventato - nonostante le molte vicissitudini della vita - un ingegnere trentino ed europeo, ideatore e progettista del Canale di Suez ma anche di molte altre opere. La nostra Amministrazione, ha realizzato un nuovo giardino a lui dedicato, a breve distanza dalla casa natale, che vuole essere un segno tangibile per la Valle ma anche per chi da oggi, passando per Primiero, si chiederà chi è stato Luigi Negrelli".

LA CERIMONIA IN AUDITORIUM - A causa del maltempo tutte le manifestazioni previste per sabato pomeriggio nel nuovo giardino, sono state trasferite all'Auditorium intercomunale. Tra le molte autorità presenti, con gli amministratori e sindaci del territorio, erano a Primiero per ricordare Negrelli, anche l'assessore provinciale Mirko Bisesti, il vice presidente del Consiglio Regionale, Luca Guglielmi e la senatrice fassana Elena Testor.

All'Auditorium intercomunale, si è tenuta la cerimonia solenne con il Corpo musicale folcloristico di Primiero, i cori locali Sass Maor, Vanoi e la Schützenkompanie - Giuseppina Negrelli Primör. Dopo la premiazione dei videoclip del concorso dedicato alle scuole, sono seguite le diverse relazioni di storici ed esperti, mentre il pomeriggio si è concluso con la proiezione del documentario dedicato alla vita del noto ingegnere.

In serata, presso la Chiesa Arcipretale di Santa Maria Assunta, si è tenuta infine la santa messa solenne di riconoscenza per la Famiglia Negrelli, presieduta dall'Arcivescovo emerito Luigi Bressan alla presenza di molte associazioni del territorio e delle autorità locali e provinciali.

torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Venerdì, 22 Novembre 2019 - Ultima modifica: Venerdì, 06 Dicembre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio