Vai menu di sezione

Dopo Vaia, le scuole ripiantano 500 alberi sradicati dalla tempesta

Successo per la “Festa degli alberi” con gli alunni delle scuole di Primiero e Vanoi, nell'ambito del progetto 'Lacrime di resina'. 500 piantine provenienti dal vivaio della Forestale, sono state piantate in questi giorni nei boschi colpiti dalla tempesta

Tanti giovani emozionati, con un alberello in mano, hanno ridato vita in questi giorni ai boschi colpiti dalla tempesta Vaia. Qualcuno ha dato persino un nome al suo larice: 'batuffolo', 'Gino', 'Pino', 'Giorgio' ma anche 'soffio di vento'. Sono solo alcuni dei nomi di fantasia scelti dai ragazzi che si sono ritrovati in Val Canali, da dove a dicembre era stato prelevato l'albero di Natale (ferito dal maltempo) destinato al Quirinale (FOTO).

Ad un anno da quella tempesta che ha stravolto il territorio, gli alunni delle scuole di Primiero e Vanoi, sono stati i protagonisti di una originale “Festa degli alberi” che si è tenuta in questi giorni, in varie zone del Primiero e Vanoi. 

Lacrime di resina

In seguito alla tempesta, in zona è nato il progetto “Lacrime di resina” promosso dalla Consulta dei Giovani del Comune di Primiero San Martino di Castrozza che ha organizzato diversi progetti per raccogliere fondi destinati alla ricostruzione dei sentieri danneggiati.

Tra le varie iniziative, è stato proposto inoltre alle Scuole, di mettere a dimora un certo numero di piante fornite dal vivaio provinciale in un'area indicata dai custodi forestali del Comune di Primiero San Martino di Castrozza, Mezzano, Imèr e Canal San Bovo, durante la consueta Festa ecologica che solitamente viene organizzata nel periodo autunnale.

500 sono state le piantine messe a dimora dagli alluni delle materne, primarie e secondarie di primo grado. Dalla Val Canali con la primaria di Tonadico e San Martino di Castrozza alla presenza del sindaco di Primiero San Martiuo di Castrozza, Daniele Depaoli, fino a Mezzano e Imèr in località Scudelle. Il Vanoi con tutto il polo scolastico ha organizzato la festa a Caoria in zona Rebrut. 

Durante ogni giornata, i giovani hanno percorso un tratto a piedi con i Custodi forestali che hanno spiegato quanto accaduto nella notte del 29 ottobre 2018 prima di passare alla piantumazione nelle zone indicate.

Mercalli a Primiero

Sempre nell'ambito del progetto Lacrime di resina, il prossimo venerdì 25 ottobre è previsto a Primiero un incontro con il noto meteorologo, climatologo e divulgatore scientifico, Luca Mercalli, che in mattinata incontrerà le scuole all'auditorium di Primiero. In serata invece, è prevista la conferenza di Mercalli con l'esperto locale Ervino Filippi Gilli, alle ore 20.30 all'Oratorio di Pieve.

torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Lunedì, 07 Ottobre 2019 - Ultima modifica: Giovedì, 17 Ottobre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio