Vai menu di sezione

Bike park Siror, dopo il "pump track" arriva lo "skill trail", per un divertimento assicurato

Ultimati i lavori a completamento della struttura in località Molin a Siror. Il percorso è destinato a principianti, e/o ciclisti di livello intermedio, propedeutico alle scuole e in grado di consentire lo sviluppo delle capacità in totale sicurezza sotto gli occhi di un istruttore qualificato

Il Comune di Primiero San Martino di Castrozza procede il suo impegno nel miglioramento della mobilità locale sostenibile. In attesa del completamento dei lavori sui due nuovi tratti di pista ciclabile tra Primiero e San Martino di Castrozza e da Via Navoi ai giardini Clarofonte, importanti novità riguardano il bike park di Siror.

A completamento dell'area in località Molin, grazie alla collaborazione tra Comune e Provincia, è stato realizzato un nuovo “skill trail” per MTB dallo sviluppo tortuoso e dal sottofondo irregolare, per riproporre le condizioni che si incontrano lungo i sentieri di montagna.

Il percorso è destinato a principianti, e/o ciclisti di livello intermedio, propedeutico alle scuole e in grado di consentire lo sviluppo delle capacità in totale sicurezza sotto gli occhi di un istruttore qualificato.

Lo “skill trail, si sviluppa attorno all’area occupata dal “pump track” e parallelamente ad un tratto della strada comunale. A corredo della zona sportiva, sono stati realizzati anche alcuni posti auto ad uso degli utenti della stessa, ed è stata realizzata anche una tribuna di legno e pietra a servizio del pump track.

Lo skill trail completo ha una lunghezza pari a ca 440 metri e larghezza pari a circa 1 metro, con lo scopo di riprodurre le condizioni del sentiero di montagna, dove sono stati inseriti all’interno del piano ciclabile, dei rock garden con dei massi e tronchi di larice di diverso grado di difficoltà, delle paraboliche, dei tratti in sequenza di sali/scendi con delle curve tecniche, dei drop di vario livello fatti con massi o strutture in legno.

Non mancano inoltre una piccola north shore (passerella in legno), un'area con delle travi in larice per allenare l'equilibrio ed una dirt line con dei salti in terra per chi vuole imparare a saltare con la bici.

I lavori sono stati commissionati dal Servizio Sostegno Occupazionale (SSOVA) della PAT sotto la direzione dell'Arch. Gianni Bonvecchio al Consorzio Lavoro Ambiente s.c. con direttore cantiere l'ing. Sergio DallaSega.

Le opere sono state invece realizzate tramite la cooperativa Promovanoi s.c. che ha impiegato gli operai del 'progettone' per un importo complessivo di euro 105.000.

torna all'inizio del contenuto
Pubblicato il: Martedì, 10 Settembre 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio