Vai menu di sezione

Boschi e Malghe

Nato dalla fusione dei Comuni di Fiera di Primiero, Siror, Tonadico e Transacqua, il Comune di Primiero San Martino di Castrozza comprende le proprietà silvo-pastorali dei suoi originari Comuni, che mantengono la loro identità ma, soprattutto, lo stretto legame con i rispettivi Usi Civici che hanno determinato, a metà Ottocento, la formazione delle proprietà comunali grazie alle specifiche Convenzioni con l’Erario di allora.

I boschi sono gestiti secondo i principi della selvicoltura naturalistica, che destina annualmente al taglio una quantità di legname sensibilmente inferiore rispetto alla capacità di crescita del bosco stesso, facilitando e accelerando i naturali processi di rinnovazione e nel rispetto della multifunzionalità delle foreste. Soddisfatti primariamente i diritti di Uso Civico di legna e legname della popolazione residente, la parte di legname eccedente viene destinata alla vendita, e gli introiti derivanti vengono reinvestiti sul territorio di appartenenza.

Pagina pubblicata Mercoledì, 17 Ottobre 2018 - Ultima modifica: Giovedì, 08 Novembre 2018
torna all'inizio del contenuto