Vai menu di sezione

Ciclopedonale Navoi – Clarofonte, lavori al via dal 2019

Un nuovo importante tassello per la futura rete ciclabile locale che collegherà presto Imèr a passo Rolle e Paneveggio

Prosegue a pieno ritmo la progettazione del percorso ciclopedonale tra Via Navoi e Via Clarofonte (Parco) giunta ormai alla fase esecutiva – curata dallo Studio Grisotto in associazione con lo Studio Carloni. Il deposito degli elaborati finali dovrebbe avvenire entro il 2018, fatte salvo problematiche e ritardi imputabili alle procedure di esproprio in atto su alcune piccole porzioni di terreno privato. I lavori potrebbero quindi essere appaltati già nei primi mesi del nuovo anno.

Da Imèr a Paneveggio in bici

Si tratta di un'opera particolarmente importante poiché si innesta nella più ampia rete ciclabile che oggi collega Imèr a Primiero e prossimamente proseguirà da Siror verso San Martino di Castrozza; mentre un nuovo tratto porterà poi a passo Rolle, fino ad arrivare a Paneveggio, in un territorio unico ai piedi delle Pale di San Martino. Sono previsti inoltre dei punti sosta, con possibilità di ricarica per le bici elettriche.

Il percorso a Primiero

Migliorerà nettamente la sicurezza della mobilità ciclopedonale nel tratto, attualmente quasi del tutto esposta al traffico veicolare, anche con la realizzazione di una nuova passerella di attraversamento sul rio 'Carpenze' e un nuovo ponte ciclopedonale ad arco sul torrente Canali in aggiunta all’esistente, tra Via Lungo Canali ed il parco Clarofonte. L’attuale, sarà destinato invece solo ai pedoni.

Scuole e strutture sportive in rete

E' importante evidenziare che questo nuovo percorso tra Navoi e Clarofonte, metterà in rete tutte le strutture sportive e scolastiche della zona, valorizzando ancora di più il nuovo bicigrill Al Molin di Siror e l'adiacente Pump track che continua ad attirare l'attenzione dei giovani.

Comporterà anche una rivisitazione delle immediate pertinenze dell’Istituto scolastico sia sul lato di Via del Fossi che sul lato di Via delle Fonti, con una serie di interventi di moderazione della velocità dei veicoli in transito, con spostamento dell’attuale ingresso ai garage comunali sotto la scuola e, molto importante, la realizzazione di un nuovo stallo di fermata per gli autobus degli studenti proprio sul fronte scuola.

Sarà quindi risolta l’attuale criticità di una fermata autobus direttamente in carreggiata, con studenti costretti a percorrere un tratto di strada totalmente non protetto per raggiungere l’istituto scolastico. Sono inoltre previste due nuove rampe per il movimento dei disabili, in discesa dal ponte sul Cismon ed in salita dalla nuova fermata dell’autobus fino al fronte scuola.

I parcheggi

L’intervento comporterà inevitabilmente una ridefinizione delle aree di sosta per le auto lungo il perimetro della scuola, con una perdita di alcuni stalli. Nelle vicinanze è presente però in un raggio di non più di 100 metri, il grande parcheggio comunale della piscina, nonché l’enorme piazzale del centro sportivo Fossi, che risulta attualmente sottoutilizzato.

L’Amministrazione ha già affidato un incarico preliminare di rivisitazione dei parcheggi nelle adiacenze alla scuola che certamente potrà recuperare agevolmente i posti auto persi con l’operazione relativa alla ciclopedonale.

Il tratto ciclabile, oltre ad essere un nuovo importante tassello per la mobilità green in valle, consentirà a dipendenti e studenti di raggiungere più facilmente il polo scolastico in bicicletta con un effetto positivo sulla vivibilità e sulla sicurezza.

Pagina pubblicata Martedì, 16 Ottobre 2018
torna all'inizio del contenuto