Vai menu di sezione

Appaltate due strade forestali e un nuovo piazzale

Opere di fondamentale importanza per il recupero del legname schiantato. La viabilità in molte zone boschive diventa strategica in questo periodo, per il recupero del legname dopo la tempesta 'Vaia' di fine ottobre

Via libera nelle scorse settimane, dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza, alla realizzazione di due nuove importanti strade forestali. 

Proprio per questo, il Comune ha appaltato nei giorni scorsi due nuovi importanti tratti e un nuovo piazzale progettati dal dottore forestale Ervino Filippi Gilli.

Nel dettaglio si tratta della strada “Pian dei Ciari” con una lunghezza di 2350 metri e un dislivello di 90 metri per un importo a base d'asta di 195.909 più oneri per la sicurezza. La strada, sul versante orientale del Monte Bedolè, andrà a collegare due manufatti esistenti e servirà per recuperare una parte importante degli oltre 30.000 mc di schianti nella proprietà degli ex comuni di Siror e Transacqua. Il tratto, ha come punto di appoggio logistico il Piazzale Bedolè realizzato la scorsa estate con il contributo del Piano di Sviluppo Rurale.

Via libera anche alla strada della “Coradela” nei pressi della località Dismoni. La lunghezza di questa forestale è invece di 1210 metri con un dislivello di 132 metri. Importo a base d'asta 157.424 più oneri per la sicurezza. Si tratta del prolungamento della strada forestale esistente ed ha lo scopo di gestire il popolamento forestale in un’area attualmente non accessibile.

Appaltato infine, nei giorni scorsi anche il piazzale in zona “Civertaghe”, tra Siror e San Martino di Castrozza. L'importo a base d'asta è di euro 22.567. L'area da realizzarsi nelle vicinanze della Casina forestale di “Civertaghe” risulta un’opera fondamentale e strategica per la gestione degli schianti boschivi nella zona delle “Laste” e nei pressi della partenza della teleferica a servizio del Rifugio Al Velo.

Pagina pubblicata Mercoledì, 06 Marzo 2019
torna all'inizio del contenuto